IL CENTRO GIARDINAGGIO RACCONTA IL TERRITORIO:

CULTURA, PAESAGGIO, RADICI E FUTURO SOSTENIBILE

7° Convegno nazionale AICG

BORGO EGNAZIA Savelletri di Fasano (Brindisi)

17 e 18 gennaio 2019

Si è tenuto nella splendida cornice di Borgo Egnazia a Savelletri di Fasano (BR) il 7° Convegno nazionale del Socio sostenitore AICG – Associazione Italiana Centri di Giardinaggio.

Un palinsesto ricco di contenuti con la presenza di operatori, istituzioni e giornalisti.

Il Presidente ANVE Leonardo Capitanio ha portato i saluti dei produttori vivaisti.

        

16 gennaio: giornata interamente dedicata alla visita di aziende locali

Per la settima edizione del convegno nazionale AICG, uno degli appuntamenti più attesi del settore, i Centri di Giardinaggio si sono recati in Puglia, la regione che rappresenta fortemente la cultura e i territori del mediterraneo e del mezzogiorno d’Italia.

Il 16 si è tenuta la prima tappa a Molfetta (Ba) dai Vivai Cantatore (azienda leader del Sud nella produzione di piante ornamentali. Specializzata nella vendita di cespugli, piante mediterranee, grandi esemplari come Ulivi, Ceratonia Siliqua, Cycas, Palmizie, Quercus, Arbutus Unedo, Dasylirion, piante tropicali e alberature assortite in misura e varietà), per proseguire a Terlizzi da Apulia Plant (importante realtà specializzata nella produzione e commercializzazione di piante mediterranee e fiorito in vaso. Con una superficie coltivata di circa trenta ettari tra serre e campo aperto e un assortimento di più di duecento tipologie di prodotto dove è costante la qualità e la ricerca della novità, come Solanum Jasminoides, Dipladenia, Lavandula Stoechas, Cytisus Racemosus, Dianthus, Polygala). Le visite successive sono state a Ruvo di Puglia  presso tre aziende: Florpagano (azienda con una superficie di 14 ettari e 70.000 metri quadrati di serre altamente tecnologiche dove ogni anno si producono, trasformano e commercializzano oltre 3 milioni di piante in vaso, d’appartamento e per esterni. Importante la produzione di varietà di dracaena ma soprattutto di orchidea phalaenopsis di cui Florpagano è l’unica azienda produttrice nel sud Italia); Camaflor Gruppo Pagano Fiori (2000 mq di Showroom con un’ampia scelta di decori e oggettistica d’arredo, a gennaio le sale espositive si rinnovano per la presentazione del Trend “Autunno e Natale”); Pagano Piante (azienda floricola alla seconda generazione, si propone come punto di riferimento della produzione e distribuzione di Bonsai, Succulente, Beucarnea, Sansevieria e altre varietà piante tropicali e mediterranee da interno ed esterno per il mercato italiano ed europeo).

Il 17 e 18 gennaio si sono invece tenuti i lavori del convegno nazionale 2019: il titolo Il centro giardinaggio racconta il territorio: cultura, paesaggio, radici e futuro sostenibile” ha riassunto ed evidenziato i temi di maggiore attualità legati al ruolo strategico che il verde e le piante rappresentano per la qualità degli spazi urbani, nei processi di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, nella valorizzazione dei paesaggi e dei territori.

     

Tra gli argomenti trattati, una particolare attenzione è stata dedicata alle piante di produzione italiana, con un riferimento anche a quelle di provenienza mediterranea, e alla loro divulgazione nei centri di giardinaggio.

Il meeting è stato inoltre l’occasione per un aggiornamento sulle tematiche più strettamente legate alla gestione tecnica e manageriale dei centri di giardinaggio, con uno sguardo anche internazionale.

Una novità: è stata presentata da Emanuela Rosa-Clot, direttrice di Gardenia, la prima edizione del Premio Gardenia-AICG per i migliori garden center italiani.

Al convegno, moderato da Giuseppe De Filippi vicedirettore del Tg5, sono intervenuti diversi relatori, tra i quali l’esperto in neurobiologia vegetale e professore all’Università di Firenze Stefano Mancuso, il titolo del suo intervento – che ha aperto i lavori – è stato “Il futuro è vegetale”. Mancuso lo spiega così “Piante e animali rappresentano due mondi diversi e per molti aspetti opposti. Conosciamo molto di ciò che riguarda gli animali, nulla di ciò che riguarda le piante. Eppure le piante sono la vita del pianeta, rappresentando la quasi totalità della massa vivente, mentre gli animali con la loro minuscola percentuale di biomassa appaiono del tutto irrilevanti. Le piante seguono una propria via originale e “sostenibile” che non possiamo più permetterci di ignorare”.

L’ecofisiologo dell’Università della Basilicata, Cristos Xiloyannis ha parlato di “Sostenibilità e resilienza degli ecosistemi arborei”, mentre il titolo dell’intervento dell’economista comportamentale Luciano Canova è stato La spinta gentile verso il cambiamento. Approcci innovativi per il management dei centri di giardinaggio”. Canova ha presentato un metodo incentivante in grado di migliorare le decisioni delle persone facendo riflettere sui comportamenti. Per rendere più semplice una decisione e indurre le persone a un cambiamento, a volte basta un nudge (spinta gentile).

E ancora, il giardiniere-star e opinionista televisivo inglese David Domoney ha raccontato “Come cambia il garden inglese: spunti per un confronto internazionale su tendenze, esigenze del consumatore e del mercato”; la paesaggista Gioia Gibelli, paesaggista e presidente della Società Italiana di Ecologia del Paesaggio, ha parlato di “Verde urbano per paesaggi sani. Nuovi stimoli per i centri di giardinaggio”; la giornalista e direttrice di Gardenia Emanuela Rosa-Clot presenterà il Premio Gardenia – Aicg; l’imprenditore Angelo Petrosillo (ceo di Blackshape e vicepresidente di Angel Group) ha parlato di “Il cielo non è solo dei giganti. Una piccola grande storia di imprenditorialità italiana; Veronica Civiero, Head of social media, content and influencer l’Oreal Italia e founder Delivera Consulting, de “La digitalizzazione del settore garden: come innovarsi e vincere in un mercato in trasformazione”, mentre il titolo dell’intervento di Paolo Manocchi, formatore comportamentale, è stato “8 valori che fanno volare: per continuare a “coltivare” l’anima”.

Sono intervenuti inoltre l’educatore Marco Merlin con un intervento dedicato a “Il vivaio dei talenti. I giovani di fronte al paradigma della sostenibilità e del benessere individuale e collettivo” e gli ospiti stranieri Oliver Mathys, Sue Allen e Tammy Woodhouse.

Il convegno si è concluso il 18 gennaio con una tavola rotonda composta da consulenti e giornalisti di settore, aziende sostenitrici, centri di giardinaggio e ospiti stranieri dal titolo Quale futuro per i centri di giardinaggio? Strategie innovative a confronto. Testimonianze, pareri, proposte”. 

A seguire, per pranzo i partecipanti si sono trasferiti a Monopoli da Vivai Capitanio (azienda florovivaistica specializzata nella produzione di piante ornamentali da esterno e di piante sub-tropicali. Il loro straordinario laboratorio naturale si chiama “Lama Degli Ulivi”, un giardino botanico ricavato in una lama carsica : oltre 2000 sono a tutt’oggi le specie di piante provenienti da ogni parte del mondo racchiuse in questo piccolo eden. Il giardino è aperto al pubblico dal 2008 ed è nato allo scopo di promuovere la conoscenza del mondo vegetale, del territorio ed incentivare il rispetto e la difesa dell’ambiente), dopo il pranzo e la visita ai Vivai Capitanio il gruppo si e trasferito a Ostuni per visitare Telcom (società internazionale del settore della trasformazione del materiale termoplastico. Conta numerose linee di prodotti che abbracciano settori differenti, tra cui una vasta gamma di vasi da giardino realizzati con tecnologia avanzata, elementi di arredo per esterni e accessori per il giardinaggio, divani poltrone ed arredi per esterni).

AICG – Associazione Italiana Centri Giardinaggio

È un ente senza scopo di lucro – con sede a Verona – costituito nel 2012 per sviluppare un’identità professionale e un processo virtuoso di sviluppo delle aziende che operano nel settore specializzato del giardinaggio e florovivaismo (centri di giardinaggio o Garden Center).

L’Associazione ha lo scopo di tutelare, qualificare, promuovere e sviluppare la cultura del verde all’interno dei centri giardinaggio.

A oggi i Centri di Giardinaggio aderenti all’AICG sono 120.