ANVE al Flormart fa il punto su Regolamento 2016/2031 e nuovo PAN

Scarica il programma

ANVE – Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori,  AIDTPG – Associazione Italiana Direttori e Tecnici Pubblici Giardini,  AICG – Associazione Italiana Centri di Giardinaggio e ASPROFLOR – Associazione Produttori Florovivaisti tutelano e assistono gli operatori pubblici e privati della filiera florovivaistica sul territorio nazionale.

Per informare gli operatori, le Associazioni organizzano  il convegno “Novità normative per la gestione fitosanitaria dell’attività vivaistica e del verde pubblico” che si terrà in occasione della fiera di settore Flormart 2019 il giorno giovedì 26 settembre dalle ore 13:30 presso l’Area istituzionale ANVE – Padiglione 5 – stand E187 Padova Fiere, Via Tommaseo 59.

Il programma prevede interventi sui nuovi adempimenti normativi relativi al PAN – Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari e al Regolamento UE 2016/2031 contro l’introduzione di organismo nocivi in Unione Europea.

Queste due nuove normative apportano novità per la salvaguardia della biodiversità, delle tradizioni agricole che contraddistinguono i territori italiani e della salute umana in ambito pubblico e privato.

Il Regolamento 2016/2031 prevede nuovi adempimenti sia per le Autorità di controllo pubbliche sia per le imprese private: tracciabilità, passaporti, piani di gestione fitosanitaria, formazione, segnalazioni di nuove infezioni, autocontrollo sono solo alcune delle tante novità che a breve diverranno obblighi di legge in modo univoco in Unione Europea.

In relazione al PAN, è noto come questo sia in fase di revisione essendo già passati cinque anni dalla sua entrata in vigore. Tale revisione è particolarmente attesa dagli operatori agricoli ed extra agricoli al fine di conoscere le nuove modalità operative per la difesa fitosanitaria del verde pubblico, privato e produttivo.  Il nuovo testo dovrebbe razionalizzare le limitazioni nei vari ambiti di utilizzo e dare una più ampia possibilità di deroga a seconda del contesto in cui si sta effettuando il trattamento fitosanitario.

Scarica il programma