Il mercato in espansione delle piante commestibili richiede un certificato specifico.

MPS
Il mercato delle piante commestibili è in constante sviluppo e il principio della sicurezza
alimentare va garantito anche per queste particolari specie ornamentali.
L’ente di certificazione olandese MPS lo scorso 16 settembre ha radunato un nutrito gruppo di
produttori italiani per presentare il marchio MPS-Fruit & Vegetables.
Sei di loro hanno già siglato l’adesione al programma di certificazione. L’incontro si è tenuto presso il Centro Congressi “Radicepura” di Giarre (Sicilia) ed è stato partecipato da un gruppo di produttori italiani leader nella produzione di piante ornamentali eduli (ornamentali da frutto, ortaggi in vaso, piante  aromatiche, fiori eduli etc) con testimonianze da parte di alcuni operatori commerciali sull’interesse crescente del mercato per
questa particolere gamma di prodotti ornamentali.

Gerrit Jan Vreugdenhil, responsabile dello schema Fruit & Vegetables di MPS, ha avviato l’incontro descrivendo come le organizzazioni di vendita quali supermercati e mercati del “fai da te”, richiedono sempre più spesso solide garanzie di sicurezza alimentare per questa famiglia di prodotti ancora giovane.

Antonio Fracassi coordinatore in Italia di MPS nel presentare le caratteristiche del percorso certifcativo MPS Fruit & Vegetables ha riferito sulle segnalazioni ricevuta da diversi produttori di frequenti e pressanti limitazioni d’impiego ricevute dai loro clienti quali il divieto di utilizzo di prodotti non selettivi per le api (es. neo-nicotinoidi) o ritenuti troppo inquinanti (es. glifosate).

Non sempre però tali prescrizioni sono fondate su solide motivazione tecnico-scientifico e talvolta risultano in contrasto con le autorizzazioni all’impiego dei fitofarmaci vigilati dall’autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ed ai basilari criteri di difesa fitosanitaria integrata.

Al fine di garantire gli elevati standard qualitativi comunque richiesti per le piante in generale, si potrebbero paradossalmente trovare costretti ad utilizzare principi attivi alternativi il cui profilo di rischio ambientale e di sicurezza potrebbe però risultare addirittura più elevato e impattante.

Lo schema MPS-Fruit & Vegetable si popone pertanto come una risposta alla domanda generica di sostenibilità, trasparenza e igiene alimentare espressa dai consumatori, proponendo uno standard unico, completo ed affidabile.
Il regolamento prevede l’integrazione di ben tre schemi di certificazione e che tutto il ciclo di coltivazione sia condotto in modo trasparente secondo principi di eco-compatibilità (MPS ABC), standard europei di buona pratica agricola (GlobalGAP), nel rispetto della normativa vigente sulle autorizzazioni per l’impiego di prodotti fitosanitari e di sicurezza alimentare (MPS Proof).

I produttori presenti all’incontro, provenienti in gran parte dalla Sicilia e da Albenga, hanno espresso giudizi molto positivi sulle opportunità offerte dal marchio MPS-F&V e un gruppo di 6 produttori di piante di agrumi ornamentali ha sottoscritto nella stessa sede il contratto di partecipazione per Fruit & Vegetables.
I 6 pionieri dello schema MPS-F&V che rappresentano complessivamemente oltre 50 Ha di produzione certificata sono:

1. Citrus Plants di Valenti D. – Terme Vigliatore (ME);
2. Flora Faro – Giarre (CT);
3. Giambò Piante di Vito Giambò – Furnari (ME);
4. Piante Faro – Giarre (CT);
5. Sicilia Verde di Antonino Giambò A. Terme Vigliatore (ME);
6. Vivai La Palmara – Terme Vigliatore (ME).

I componenti del “tavolo tecnico permanente” sulle piante ornamentali eduli-min

I componenti del “tavolo tecnico permanente” sulle piante ornamentali eduli

Nella stessa giornata si è tenuto inoltre un tavolo tecnico partecipato da 22 consulenti di altrettante aziende produttrici orientate ad aderire allo schema MPS-F&V per affrontare alcune tematiche specifiche inerenti lo schema.

Nell’ambito dell’interessante discussione scaturita si è definita anche la volontà di sviluppare un disciplinare di produzione specifico per “piante ornamentali eduli” (ad oggi non ancora classificato dalla normativa), da proporre per l’approvazione presso le competenti istituzionali.

Per ulteriori informazioni
Antonio Fracassi
Coordinatore Italia MPS
a.fracassi@my-mps.com
www.mps-food.com